The Wait
Aprile 24, 2018
 
Nel Silenzio

...la fotografia di un angolo di una stanza abbandonata o la decadente fermata di un pullman non è conseguenza di una corrente della fotografia contemporanea che influenza il nostro modo di fotografare ma che dietro questo modo di raccontare dell’autore esiste un percorso profondo di conoscenza e di ascolto dei propri bisogni. Proprio per questo il lavoro che troviamo all’interno è un invito alla riflessione sul valore di quel luogo, dello spazio e del linguaggio della natura per poi raggiungere un punto così profondo dove ognuno di noi si chiude nel proprio silenzio e viene portato, aiutato dall’estetica non perfetta delle immagini, ad una riflessione spirituale facendo sì che tutti i ricordi riemergano dal passato e ci portino a fidarci di noi stessi aprendo così lo spazio interiore ad un mondo nuovo, ai suoi paesaggi ed alla bellezza infinita della natura, dando così vita alla fotografia.

(Tratto dal mio Libro Nel Silenzio, marzo 2020, Edito da Santelli Editore)